Misure di adeguamento della pastorale parrocchiale per affrontare alcune problematiche connesse con l’attuale situazione di emergenza sanitaria.

Visti in ordine di importanza e di applicazione alla pastorale parrocchiale:

  • Le indicazioni e le normative dettate dalla Conferenza Episcopale Italiana
  • Le disposizioni applicative delle suddette indicazioni e norme dettate dal nostro Arcivescovo in Firenze
  • I decreti del Governo Italiano
  • Le disposizioni stabilite dagli enti locali quali Regione, Provincia e Comune di Firenze

Considerate le problematiche prevalentemente di natura economica come pure quelle di natura logistico-organizzativa relative alla realizzazione tanto di eventi e iniziative puntuali quanto di percorsi pastorali

A livello parrocchiale:

A. Celebrazione della S. Messa

Le celebrazioni di tipo liturgico proseguono, al momento (nel rispetto delle regole di distanziamento, uso di mascherina, gel per le mani all’ingresso della chiesa, sanificazione degli arredi dell’aula liturgica e della cappella feriale dopo ogni utilizzo, sanificazione settimanale dei pavimenti dell’aula liturgica e della cappella feriale, ….) secondo gli orari fissati.

In particolare, a partire dal giorno successivo alla festività del “Cristo Re” (cioè da lunedì 23 Novembre compreso) gli orari saranno i seguenti:

  • Lunedì-Venerdì: Messa feriale, al mattino, alle ore 9.00
  • Sabato: Messa prefestiva alle ore 17.00
  • Domenica: Messe festive alle ore 8.00, 10.00, 11.30

Qualora la nostra zona dovesse cadere nelle cosiddette “zone arancioni”, del nuovo DPCM dei primi giorni di Novembre 2020, saremo così in grado di offrire il servizio della celebrazione eucaristica a tutti.

Nell’eventualità -e solo in tale eventualità- di un ulteriore peggioramento della situazione di diffusione del virus con la ricaduta del comune di Firenze nelle cosiddette “zone rosse” o di un’eventuale lock-down la celebrazione della S. Messa sarà trasmessa via streaming sul canale Facebook del parroco, don Vittorio Menestrina, accessibile -in tal caso- anche direttamente dal link sull’app parrocchiale (usufruibile tramite telefono cellulare smartphone) “inParrocchia”, dopo aver effettuato la propria registrazione.

B. Altre liturgie

Al momento attuale altre celebrazioni liturgiche quali l’adorazione eucaristica del primo venerdì del mese, recita del santo rosario, novena dell’Immacolata, novena di Natale, … si svolgeranno regolarmente. Sono tuttavia necessarie correzioni di orario rispetto al calendario originale fissato per tali celebrazioni a inizio anno pastorale, correzioni che tengano conto dei vari “lock-down” possibili nei differenti scenari di sviluppo della pandemia in atto.

Adorazione Eucaristica del primo Venerdì del mese: ogni primo Venerdì del mese, dopo la celebrazione della Messa, dalle 9.30 alle 10.30

Novena dell’Immacolata: da Domenica 29 Novembre a Lunedì 7 Dicembre compresi, dalle 17.00 alle 17.30

Novena di Natale: da Mercoledì 16 Dicembre a Giovedì 24 Dicembre compresi, dalle 17.00 alle 17.30

Messa in suffragio dei Defunti: rimane in essere, ogni ultimo Venerdì del mese alle ore 21.00, solo se la situazione pandemica continua a manifestarsi in Toscana ad un livello definito “basso” dalle autorità (“zona gialla”); nell’eventualità di un peggioramento della situazione tale celebrazione post-cena verrà sospesa.

C, Attività formative, di catechesi o diverse

Catechesi dei ragazzi in preparazione alla Prima Comunione e alla Confermazione: gli incontri del catechismo, proseguono regolarmente per tutte le classi, secondo gli orari stabiliti (prima media il martedì dalle 17.00 alle 18.00; quarta elementare il mercoledì dalle 17.00 alle 18.00; terza elementare la domenica dalle 9.15 alle 10.00; quinta elementare e seconda media la domenica dalle 11.00 alle 12.00). Qualora la situazione di emergenza sanitaria dovesse peggiorare e arrivassero indicazioni diverse dal Cardinale Arcivescovo si sospenderà la catechesi. In tal caso le lezioni “perse” verranno recuperate alla fine del percorso di catechesi posticipando la ricezione del sacramento da parte dei ragazzi quanto sarà necessario. Non possiamo richiedere ai catechisti, che svolgono questo servizio lodevolmente e in totale volontariato, di impegnarsi ulteriormente rispetto al tempo già dedicato settimanalmente a questo impegno. La catechesi dei ragazzi “a distanza”, ivi compreso l’invio di schede per tutte le classi, modalità che abbiamo provato a sperimentare durante il lock-down nella scorsa primavera si è rivelata totalmente fallimentare: pertanto non verrà utilizzata, nella nostra parrocchia, tale metodologia, peraltro sconsigliata nella catechesi dei ragazzi dalle comunicazioni del nostro Arcivescovo;

Catechesi degli adulti: al momento l’incontro settimanale del Mercoledì pomeriggio 16.00-17.30 prosegue, salve scelte in senso contrario, fatte dalla catechista o dagli stessi partecipanti al gruppo di adulti;

Catechesi biblica del secondo Venerdì del mese, guidata da don Vittorio: si proseguono gli incontri. Per adesso l’orario rimane invariato cioè dalle 18.15 alle 19.00. Nel caso di un eventuale peggioramento della situazione sanitaria per possibili “coprifuoco” anticipati tale orario potrà essere anticipato alle 16.30;

Catechesi liturgica sui sacramenti del terzo venerdì del mese guidata da don Vittorio: si proseguono gli incontri. Per adesso l’orario rimane invariato cioè dalle 18.15 alle 19.00 . Nel caso di un eventuale peggioramento della situazione sanitaria per possibili “coprifuoco” anticipati tale orario potrà essere anticipato alle 16.30;

Scuola Biblica: a parte i corsi in fase di conclusione, le lezioni del nuovo anno accademico riprenderanno ogni martedì, prima e dopo cena, a partire dal primo martedì di febbraio, CoVid permettendo;

Cineforum di Avvento: viene sospeso;

Consiglio Pastorale Parrocchiale: viene sospeso in quanto alla luce degli ultimi decreti non sono possibili attività che non consentano ai presenti di rientrare nelle loro abitazioni entro le ore 22.00. Qualora ci fosse la necessità di avere dei suggerimenti su questioni importanti provvederemo a indire una riunione in orario pre-cena (es. 19.00).

Catechesi e gruppi giovanili: al momento sono sospese le attività;

Gruppo famiglie parrocchiale: al momento l’incontro bimestrale comprensivo del momento di convivialità è sospeso;

Gruppi famiglie “Equipe Notre Dame”: proseguono la loro attività di incontro mensile, escludendo il pasto consumato insieme, solo in modalità “on-line” e quindi senza incontro “in presenza”.

D. Attività di sostegno e di contributo alle attività pastorali e caritative della parrocchia realizzate dal “mercatino” parrocchiale e iniziative ad esso connesse:

Al momento molte delle consuete attività (pranzi o cene sociali, feste e quant’altro sono sospese in quanto non consentite dagli ultimi decreti per il rischio assembramento che evidentemente comporterebbero.
L’ingresso al mercatino inteso come apertura al pubblico non è consentito per l’inadeguatezza dei locali in situazione di emergenza sanitaria.
Per tanto è sospesa la possibilità di donare oggetti -e soprattutto- abiti al mercatino parrocchiale che non potrebbero essere “lavorati” dai volontari dello stesso in condizioni di sicurezza.
I volontari del mercatino faranno alcune iniziative che potranno essere realizzate in modo più semplice davanti all’aula liturgica, cioè in spazio aperto, sempre finalizzate a dare il loro contributo, sempre indispensabile nella situazione di crisi non solo sanitaria ma anche economica che stiamo attraversando.

E. Attività caritative:

Prosegue la distribuzione di alimenti a famiglie bisognose della nostra zona portata avanti dai volontari del “Banco Alimentare”.
Al momento sono sospese altre attività come quella -in atto da alcuni anni- del “recupero alimenti”, nonché quella già programmata della “mensa diffusa”.

F, Benedizioni delle famiglie:

Sentito il parere di alcuni di voi ho preso la decisione di annullare la “Benedizione delle Famiglie” nella Quaresima 2021. Devo confessare che avevo creduto molto nelle sue fasi preliminari per costruire un seppur minimale tessuto di relazioni così importante in tempi “normali” e ancora di più nella situazione di emergenza sanitaria che stiamo attraversando (una lettera distribuita ai parrocchiani, 1200 famiglie, come primo segno di contatto; una telefonata ad una segreteria aperta con ampie possibilità di ascolto nel periodo di Avvento; una visita alle famiglie che la desideravano o -nel caso di un peggioramento della situazione- una telefonata alle stesse per rimandare o disdire l’appuntamento già preso, come ulteriore forma di contatto): tutto questo non sarà più possibile e dato che comunque l’impegno organizzativo era stato da parte mia e di alcuni volontari della parrocchia notevole (studio del numero di famiglie, strade, giorni e orari, disponibilità alle visite degli incaricati parrocchiali il tutto interconnesso; stampa di lettere e piegatura delle stesse, …), sarò lieto negli anni futuri di passare tale testimone ad altri che vorranno e sapranno realizzarlo in modo migliore.

G. Austerity nell’attuale situazione assai difficile per il bilancio parrocchiale:

Non si accenderà quest’inverno il riscaldamento delle 9 caldaie parrocchiali se non di quella delle stanze della vecchia canonica laddove si tiene aperta la segreteria negli orari stabiliti, dove si svolge la catechesi dei ragazzi e degli adulti in questo tempo di pandemia, laddove si celebra la Messa feriale.
Le caldaie della aula liturgica, come quella del salone, quelle della chiesa antica (chiusa dalla prefettura così come la Compagnia del Crocifisso per la non-conformità alle norme contro la diffusione del virus CoVid-19), quella dell’appartamento del parroco, rimarranno spente.
Il salone parrocchiale peraltro per poter essere utilizzato avrebbe bisogno di una sanificazione dei fan-coil operata da ditte specializzate (almeno una volta al mese) eccessivamente onerosa per la parrocchia stessa.
Quella delle stanze del catechismo verrà accesa solo in particolari occasioni.

Un ulteriore risparmio si cercherà di averlo nell’accensione di un numero limitato di luci nell’aula liturgica.

Il parroco -anche in conseguenza di quanto detto sopra al punto g) - non resterà in parrocchia dopo le 19.30 ma andrà a dormire in altro ambiente riscaldato fuori parrocchia, durante questo periodo invernale.

Il parroco sarà reperibile nei seguenti orari:

  • Domenica: dalle 7.30 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 17.30
  • Lunedì: dalle 8.00 alle 12.00
  • Martedì: dalle 15.30 alle 19.30
  • Mercoledì: dalle 8.00 alle 12.00 e dalle 15.30 alle 19.30
  • Giovedì: dalle 8.00 alle 12.00 e dalle 15.30 alle 19.30
  • Venerdì: dalle 8.00 alle 12.00 e dalle 15.30 alle 19.30
  • Sabato: dalle 8.00 alle 12.00 e dalle 15.30 alle 19.30

Don Vittorio non sarà comunque in parrocchia il Lunedì pomeriggio e il Martedì mattina, suo giorno libero, secondo l’invito fatto dal Vescovo ai suoi sacerdoti di riservarsi uno spazio per la propria crescita spirituale. L’aula liturgica sarà aperta per la preghiera personale tutti i giorni (eccetto il martedì) dalle 8.00 alle 12.00.

Augurando a tutti di superare questo momento critico vi saluto, ringraziandovi della collaborazione e della vostra presenza.

Don Vittorio